Regolamento


REGOLAMENTO 12° TORNEO NOTTURNO DI CALCIO ORATORIO DI PONTE SAN MARCO

Giugno – Luglio 2015


 

1. PERIODO DI SVOLGIMENTO

Il Torneo avrà inizio il 03-06-2015 ed avrà termine il 03-07-2015 e si disputerà nei giorni di Lunedì Mercoledì e Venerdì.

2. NUMERO E CATEGORIA SQUADRE PARTECIPANTI

Al Torneo parteciperanno un totale di n°16 squadre della categoria “Assi” (dai 16 anni compiuti in poi).

3. SVOLGIMENTO DELLE GARE

Verranno normalmente disputate complessivamente n. 3 gare per giornata. La durata delle stesse viene stabilita in due tempi di 15 minuti ciascuno. Dove previsto dalle successive norme i tempi supplementari saranno di 5 minuti ciascuno.

4. MECCANISMO DEL TORNEO

La formula del torneo prevede il seguente sistema: 2 fasi con gironi a punteggio all’italiana (sola andata) , semifinali e finali.

Dettaglio della fase preliminare o eliminare:
1° fase: n° 4 gironi da 4 squadre ciascuno, le prime due classificate di ogni girone accedono alla 2° fase;
2° fase: n° 2 gironi da 4 squadre ciascuno, le prime due classificate di ogni girone accedono alle semifinali;

Le partite dei gironi di prima e seconda fase non potranno terminare in pareggio: in caso di parità al termine di ciascun match verranno tirati 3 calci di rigore ed in caso di ulteriore parità si procederà ad oltranza. Il meccanismo dei punteggi è il seguente: vittoria nei tempi regolamentari 3 punti, vittoria ai calci di rigore 2 punti, sconfitta nei tempi regolamentari oppure ai rigori zero punti.

Dettaglio della fase finale o conclusiva:
semifinali: le prime classificate di ciascuno dei due gironi di 2° fase incontrano le seconde classificate dell’altro girone.
finali: 3°-4° posto e 1°-2° posto.

Disposizioni in caso di parità:
1° e 2° fase: Per stabilire quale è la prima e quale è la seconda di ogni girone, in caso di parità di punti tra le prime due squadre classificate, si considerano in sequenza: 1) scontro
diretto, 2) differenza reti intero girone, 3) maggior numero di gol segnati nell’intero girone, 4) sorteggio.
Qualora la parità interessasse 2 o più squadre e fosse necessario stilare una classifica per il passaggio al turno successivo si procederà allo spareggio nella prima serata libera immediatamente successiva alla conclusione del girone.
semifinali e finali: n°2 tempi supplementari di 5 minuti ciascuno ed eventuali calci di rigore.

Regolamento spareggi 1° e 2° fase:
– fra due squadre: scontro diretto con eventuali calci di rigore in caso di parità al termine dei tempi regolamentari. Non verranno disputati tempi supplementari;
– fra tre squadre: girone a tre squadre da disputarsi interamente nella stessa serata. In caso di parità al termine di ciascun match verranno tirati 3 calci di rigore ed in caso di
ulteriore parità si procederà ad oltranza. Il meccanismo dei punteggi è il seguente: vittoria nei tempi regolamentari 3 punti, vittoria ai calci di rigore 2 punti, sconfitta nei tempi regolamentari oppure ai rigori zero punti. In caso di ulteriore parità al termine del girone si procederà al sorteggio;
– fra quattro squadre: sorteggio di due scontri diretti le cui vincitrici accederanno alla fase successiva.

5. DURATA DEL TORNEO

Il complesso delle varie fasi dettagliate nel precedente Art.4 comporterà un totale di n.40 gare distribuite in n.14 giornate.

6. MANCATA PRESENTAZIONE IN CAMPO E RINUNCIA

La squadra che non si presenterà in campo entro 15 minuti dall’orario ufficiale stabilito per l’inizio della gara, sarà considerata rinunciataria e dichiarata perdente per 0 a 2 e
penalizzata di un punto in classifica. Nel caso di gare ed eliminazione diretta (gara singola o gara ad andata e ritorno), la squadra sarà estromessa dal torneo e l’avversaria passerà il Turno.
Ad insindacabile giudizio della Commissione del Torneo, la Società rinunciataria potrà essere sottoposta anche alla perdita della cauzione.

7. SOSTITUZIONE GIUOCATORI

Durante tutto l’arco della gara potranno essere sostituiti n. 4 giocatori indipendentemente dal ruolo ricoperto
– i giuocatori di riserva DOVRANNO sostare in panchina
– i giuocatori sostituiti dovranno abbandonare il campo e non potranno essere utilizzati successivamente per nessun motivo.

8. SCAMBIO GIUOCATORI TRA LE SQUADRE

Non sono ammessi scambi di giuocatori tra le Società partecipanti al medesimo Torneo con denominazione diversa.
SI RAMMENTA CHE NESSUN GIUOCATORE POTRA’ PARTECIPARE ALLO STESSO TORNEO PER SQUADRE DIVERSE ANCHE SE LA PROPRIA SQUADRA INIZIALE E’ STATA ELIMINATA.

9. RECLAMI

I RECLAMI AVVERSO LA POSIZIONE IRREGOLARE DI GIUOCATORI (per qualunque caso) PARTECIPANTI ALLA GARA, DOVRANNO ESSERE PRESENTATI ALLA COMMISSIONE DEL TORNEO AL MASSIMO CINQUE MINUTI PRIMA DELL’INIZIO DELLA GARA.
A tutte le Società è riservato il diritto incontestabile di PRENDERE VISIONE della distinta giuocatori dell’avversaria subito dopo l’appello e comunque prima dello scadere del termine suddetto. Alla Società avversaria deve essere contestato il reclamo e lo stesso può essere anche ritirato. Altri reclami avverso la irregolarità della gara (ad esclusione di questione di carattere tecnico, di esclusiva competenza dell’arbitro) dovranno essere presentati entro 30 dal termine della gara. Per tutti i reclami è d’obbligo l’accompagnamento della tassa reclamo di Euro 60 (restituibili in caso di parziali o totale accoglimento, incamerata in ogni altro caso).

10. TASSE RECLAMO E AMMENDE

Tutte le tasse incamerate per reclami respinti, ammende, ed ogni altra somma percepita dalla Commissione del Torneo per motivi di carattere disciplinari, dovranno essere versate al comitato Regionale Lombardia.

11. VARIAZIONI DI ORARIO – GIORNATE DI GARA

Orari d’inizio e giornate di calendario del Torneo potranno essere variate insindacabilmente dalla Commissione del Torneo. All’inizio delle gare, la praticabilità del terreno di giuoco, verrà decisa dall’arbitro designato in accordo con la Commissione del Torneo. La sospensione delle gare è di esclusiva competenza dell’arbitro. In caso di rinvio per maltempo le gare verranno recuperate per il giorno successivo nei medesimi orari previsti nella serata sospesa.

12. COMMISSIONE DEL TORNEO

La Commissione del Torneo, composta dal Rappresentante della F.I.G.C., e da un Rappresentante della Società Organizzatrice, è l’organo disciplinare del Torneo che delibera su eventuali reclami e commina le punizioni ai giuocatori e dirigenti la cui entità non potrà superare la durata del Torneo stesso. Qualora nelle delibere si riavvisassero estremi di punizioni di maggior durata la Commissione escluderà dal torneo i responsabili, denunciandolo ai giudici Sportivi del comitato Regionale Lombardia competenti.

13. AUTOMATISMO DELLE SANZIONI

Il giuocatore espulso dall’arbitro sarà successivamente squalificato per UNA giornata da scontrarsi nella prima gara del torneo successiva, a cui partecipa la propria squadra, salvo maggiori provvedimenti adottati dalla Commissione.

14. APPLICAZIONE DEI REGOLAMENTI F.I.G.C.

Il presente Regolamento si considera aggiuntivo a quello generale dell’ATTIVITA’ RICREATIVA (Allegato) e ne costituisce parte integrante. Per tutto quanto non contemplato nei Regolamenti suddetti e non in contrasto con gli stessi,
valgono la Norme Organizzative Interne della F.I.G.C., e il regolamento di disciplina della F.I.G.C., ai quali la Società Organizzatrice e per essa le Società partecipanti al Torneo si impegnano ad attenersi.

15. TUTELA SANITARIA GIOCATORI

Si rammenta che la Società Organizzatrice è tenuta al controllo che tutti i tesserati delle Società partecipanti siano in possesso dell’idoneità all’attività sportiva agonistica per il rilascio del Cartellino S.A.R.

16. TESSERAMENTO E PARTECIPAZIONE DEI CALCIATORI

Possono prendere parte ai Tornei di Attività Ricreativa, tutti i calciatori (compresi quelli già tesserati federalmente) muniti della particolare tessera dell’Attività Ricreativa il cui rilascio è demandato direttamente al comitato o dalla divisione competente ad approvare il regolamento della manifestazione. I calciatori tesserati per Società di serie A, B, Lega Pro non possono prendere parte all’Attività Ricreativa anche nel caso che le rispettive Società li
abbiano autorizzati.

17. NORME PARTICOLARI AGGIUNTIVE

a. Ogni squadra può schierare contemporaneamente sul terreno di gioco un massimo di 3 atleti tesserati F.I.G.C. per l’anno 2013/14 e anche dopo eventuali sostituzioni il numero di tali atleti in campo non dovrà essere superiore a 3;
b. Non si considerano tesserati F.I.G.C., anche se lo fossero, i nati dopo l’1-1-1996; a tal proposito si specifica e ribadisce che non possono in qualunque modo partecipare al torneo i tesserati per società professionistiche anche se fossero nati dopo l’1-1-1996;
c. Non possono partecipare al torneo atleti di proprietà di società non professionistiche che per la stagione 2013/14 siano stati prestati ad una società di serie A, B, Lega Pro;
d. Non si considerano tesserati F.I.G.C. coloro che, tesserati per una società F.I.G.C. per l’anno 2013/14, non abbiano più preso parte ad incontri ufficiali dopo il 31-12-2013;
e. Per poter partecipare al torneo è necessario presentarsi muniti di documento di riconoscimento valido;
f. Ogni squadra può iscrivere a referto in ogni gara un massimo di 10 atleti; le distinte complete ed i documenti andranno consegnati in segreteria almeno 15 minuti prima dell’orario previsto di inizio della partita pena una ammenda pecuniaria variabile tra i 5 ed i 15 euro a seconda del ritardo accumulato.
g. Ogni squadra può tesserare un numero illimitato di atleti e dirigenti. Il termine ultimo per i tesseramenti è la mezzanotte dell’ultima sera della 2° fase.
h. Le reti segnate nel corso dei calci di rigore al termine delle partite concluse in parità non vengono considerate nella classifica marcatori che verrà stilata a partire dalla seconda fase.

Il Comitato Organizzatore

Scarica il PDF: Regolamento 2014

Inizia una conversazione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.